fbpx
Top

La frutta estiva fa ingrassare?

Ciliegie, albicocche, susine…mmh! Un cesto di frutta estiva è davvero invitante, profumato e saporito.

Si sa, l’eccesso di ogni cosa è nocivo, ma tra tutto ciò che fa parte delle nostre diete, eliminare proprio la frutta è l’azione più illogica.

Potreste infatti rimanere sorpresi nel sapere che la frutta estiva è quasi tutta ipocalorica. L’anguria ne è un esempio, ha soli 16 kcl ogni 100 gr. Poco di più le fragole o le nespole, che ne hanno 28. Mentre ciliegie, albicocche, pesche e mango si aggirano intorno alle 50 kcl ogni 100 grammi.

Grazie all’elevato contenuto nutrizionale di vitamine, sali minerali, fibre, antiossidanti, fruttosio e acqua, la frutta è uno degli alimenti indispensabili per il nostro fabbisogno giornaliero di sostanze nutritive. Ma quella estiva ha una brutta fama, si dice che faccia ingrassare. Sarà vero?

Perciò sfatiamo anche questo mito, la frutta estiva non fa ingrassare, è al resto che bisogna prestare più attenzione. È chiaro che abbinare tanta frutta a delle portate già ricche non è raccomandabile, ma pensare che la frutta estiva faccia mettere peso perché troppo carica di fruttosio è assolutamente falso.

E se proprio continuate a temerla la soluzione è semplice: mangiate porzioni moderate di frutta possibilmente lontano dai pasti, come spuntini, per una merenda fresca e profumata.

Un consiglio per chi segue una dieta ipocalorica: evitate assolutamente il cocco, che con le sue 354 kcal per 100 grammi potrebbe facilmente sostituire un piatto di pasta col sugo di pomodoro.

E adesso, soprattutto se quest’estate vi siete limitati con la frutta, cominciate a tagliarla a pezzetti  e fatene una gustosa macedonia. Il momento di una pausa gustosa e nutriente è arrivato!

Please follow and like us:
No Comments
Add Comment
Name*
Email*