fbpx
Top

8 credenze sul fitness: sfatiamo il mito

Pare proprio che il mondo del fitness sia un concentrato credenze da sfatare difficili da smentire perché ormai sedimentati nel nostro “sapere” popolare.

Ne parliamo perché queste notizie errate possono davvero influenzare negativamente le vostre abitudini di fitness impedendovi di raggiungere i vostri risultati.

Siete curiosi? Cominciamo.

  1. L’allenamento è l’unico mezzo per perdere peso

Quante volte ci viene detto ma questo “assioma” viene contrastato dalle innumerevoli testimonianze di chi prende l’impegno seriamente e non riesce a perdere un grammo? Il dimagrimento è sì facilitato dall’esercizio fisico, ma è in realtà l’esito di una serie di buone abitudini. Queste sono prima di tutto alimentari, come mangiare bene ed evitare alcolici, e poi abitudini di vita sane, come può essere mangiare lentamente, riposare bene, ecc.

  1. Se mi alleno posso mangiare quello che voglio

Non pensate che allenarsi tanto possa autorizzarvi a mangiare quanto e cosa si vuole. Un allenamento costante mantiene attivo il metabolismo, ma anche il migliore degli allenamenti non può farvi smaltire le copiose calorie che si assumono credendo che non incidano sul nostro corpo solo perché andiamo in palestra. Forse ne controlliamo il peso, ma non gli inestetismi o le possibili patologie che derivano da un’alimentazione sregolata.

  1. Sudare fa dimagrire

Il sudore è acqua, non grasso. Pertanto la perdita di liquidi sarà bilanciata una volta assunti altri. Anzi, bisogna bere tanto durante ogni allenamento per reidratarsi immediatamente. Evitate tutti gli outfit gommati che raccomandano per allenarsi, vi fanno sudare di più ma non dimagrirete, inoltre impediscono alla  pelle di respirare.

  1. Gli addominali, questi sconosciuti

Anatomicamente non esistono addominali bassi o alti. E già, il retto dell’addome è un muscolo unico. In realtà la differenza tra gli esercizi è puramente pratica per allenare una parte specifica di un unico muscolo nei suoi punti di intersezioni diversi. Ditelo agli istruttori che ancora perpetuano tali distinzioni inesistenti.

  1. Si può dimagrire in modo localizzato

Impossibile. È stato dimostrato in fisiologia che si dimagrisce in modo sistemico e quindi globale, a causa di ormoni che agiscono durante l’esercizio incidendo sul nostro corpo in maniera più diffusa e mai localizzata.

  1. Gli esercizi per addominali non servono a ridurre la pancia

Ebbene si, allenano i muscoli sottostanti l’epa, ma non possono ridurre la pancia. Bisogna curare prima l’alimentazione e fare esercizi mirati alla perdita di peso. Gli addominali definiscono il retto dell’addome, ma se non è visibile non possono far nulla.

  1. Il dolore post allenamento è da attribuire all’acido lattico

Ma quando mai!?! L’acido lattico si libera dopo l’allenamento ma ha tempi di smaltimento di qualche ora, mentre i dolori che avvertiamo sono dovuti a microtraumi delle miofibrille, con rottura parziale dei filamenti proteici. È l’aumento delle attività ematiche e linfatiche a rendere queste zone sensibili e doloranti. La prossima volta che sentite dolore dopo un allenamento, è solo un segnale che quel movimento è nuovo per la vostra funzione motoria.

  1. Gli esercizi veloci definiscono meglio i muscoli

Massima è la velocità di contrazione e minima è la forza applicata. Meglio puntare su movimenti lenti ma fluidi, che sforzano davvero il muscolo. Tanto è più veloce l’esecuzione del movimento tanto minore è lo sforzo muscolare, con possibili conseguenze alle articolazioni e ai tendini dei muscoli interessati. Inoltre è fondamentale il riposo. Ogni allenamento deve essere seguito da un periodo di riposo in cui i muscoli recuperano e poi si rinforzano.

Speriamo che l’articolo vi sia utile. Se volete conoscere altre credenze sul fitness coemmentate pure, sarebbe un piacere darvi delucidazioni su questi argomenti.

Please follow and like us:
No Comments
Add Comment
Name*
Email*